top fb2

Per un artista non c'è niente di più pericoloso che mostrare i propri sentimenti, le proprie illusioni, le proprie ferite. Se non si vuole passare per ridicoli od essere giudicati superficialmente. Le uniche condizioni possibili : o essere molto giovani, o essere molto vecchi, o essere molto famosi. O notevolmente coraggiosi.
Oskar Kokoschka, dipinse per una vita intera, e fu coraggioso.
Dipinse questo quadro a ventotto anni e fu schernito, considerata la sua, arte degenerata. Dopo la guerra divenne caposaldo della pittura del XX secolo.


La scena rappresenta due amanti, all'alba, sfatti dalla stanchezza di una notte d'amore. Adagiati in una forma che non è un letto, ricorda delle onde, o un vento, una forza naturale che trascina con sè la loro attrazione. Siamo nel 1914, la donna è fatale. Dorme stretta a lui. Dorme, percorrendo altri sogni, gli sta già sfuggendo. Lui è sveglio, inquieto. La scena è privata, perché l'uomo è il pittore e la donna la vedova di Mahler. L'amante che si è lasciata travolgere dal genio dell'artista, che gli ha promesso di sposarlo se farà del dipinto un capolavoro. Invece fuggirà, perché spaventata dalla sua gelosia, dalla sua rozzezza. Una selvaggia passione privata aveva ispirato l'opera, e tutta Vienna ne parlava. Vienna era in quegli anni il cuore artistico dell' Europa.
La storia finì male...


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna